Da oltre 25 anni contro i luoghi comuni

Carcere / Docufilm

Carcere

CONVEGNO INTERNAZIONALE: "PER UN MOVIMENTO NO PRISON"

no prisonBASTA DOLORE E ODIO: NO PRISON

Venezia, 9 e 10 novembre 2018

Il manifesto "No Prison" nasce per abbattere i muri di luoghi inqualificabili che tengono nel dolore e tortura le donne e gli uomini che vi sono rinchiusi. Venti punti scritti che intendono diventare patrimonio di liberazione, prima di tutto culturale, perché le carceri vanno chiuse e va ridata dignità all'esecuzione della condanna, che deve essere ridotta all'osso nei numeri di coloro che devono stare in luoghi di "non libertà" e nel rispetto dei diritti delle persone coinvolte.
Questi i presupposti fondamentali per far soffiare il vento della pace anche dentro ai fallimenti e agli errori delle persone, perché è urgente produrre tutta una serie di interventi che ripuliscano la storia degli esseri umani da secoli di odio, che per molti, anche a loro insaputa, si è sedimentato nei cuori e nelle scelte conseguenti.
E' fondamentale che riusciamo a grattarci la patina patibolare nella quale, ad ogni occasione, siamo pronti a voler relegare ogni autore di reato, che ci fa sobbalzare nell'azione di ridare "male per male", non chiedendoci invece il perché del gesto negativo; i motivi che hanno portato all'aver contravvenuto alle regole e al patto sociale; per una conoscenza e perciò coscienza della persona che ha sbagliato, nella sua storia e unicità, che dovrebbe essere il presupposto fondamentale per arrivare alla formulazione di una condanna.
“No Prison” è perciò un’idea socialmente riconciliante verso un universo umano che crea e subisce dolore, per affermare il principio del cambiamento e della restituzione del danno,  e questo per promuovere una società che parli lingue di pace.
Per informazioni e iscrizioni contattare la Segreteria Organizzativa:

tel.: 0425.200009
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

PINOCCHIO AL CARCERE DI BOLLATE

spettacolo carcere 17.11Il primo spettacolo completamente ideato e gestito da persone detenute, grazie alle capacità attoriali e registiche modellate in questi anni di "teatrodentro" gestito da cooperativa e.s.t.i.a.

Un Pinocchio sbocciato soprattutto dalla volontà di condivisione dell'esperienza teatrale, da cui nasce la voglia di coinvolgere altri e nuovi attori, per creare insieme una rappresentazione di ciò che ci appassiona di più. La vita. 
Chi di voi non si sente un po' Pinocchio?

Leggi tutto...

Rifugiati e richiedenti asilo

corsoAVVOCATO DI STRADA, PSICOLOGO DI STRADA E GRANELLO DI SENAPE PADOVA presentano la Giornata di formazione "Rifugiati e richiedenti asilo: diritti, procedure e sistemi di accoglienza"
Venerdì 21 ottobre, dalle 9.00 alle 18.00
Campus Universitario Ciels, Padova

Il seminario intende offrire una panoramica sui principali temi legati all’immigrazione: il quadro normativo e giuridico relativo all’immigrazione, la tutela dei rifugiati ed il riconoscimento della protezione internazionale, gli aspetti sociali dei processi migratori, le pratiche dell’accoglienza, la mediazione linguistica e interculturale.
Il seminario è rivolto ad avvocati, consulenti legali, giuristi, ricercatori, praticanti legali, mediatori linguistici e culturali, assistenti sociali, funzionari delle pubbliche amministrazioni, nonché a coloro che operano nel settore del privato-sociale e del volontariato.

Leggi tutto...

muore detenuto al terzo raggio di San Vittore

mortedetenutoLa Scientifica esamina la cella

La Repubblica, 6 luglio 2016

Polizia scientifica ieri a San Vittore, terzo piano del terzo raggio: è stato trovato senza vita Y. K., 31 anni, marocchino, problemi di tossicodipendenza prima di entrare in carcere, da tempo un "detenuto lavorante". 
L'allarme è stato dato intorno alle 10.30: escluso il suicidio, non esiste nemmeno, a un primo esame esterno, alcun segno di violenza fisica.
L'ipotesi più accreditata, al momento, è quella del malore che colpisce un fisico già debilitato.

Leggi tutto...

Cresce in Europa il carcere per i poveri e i non integrati

poveriCome si posiziona l'Italia?

Intervista a Mauro Palma
Susanna Ronconi, Rapporto sui Diritti Globali 2015 • 11 Luglio 16 

L’Europa si è preoccupata molto per il rispetto dei vincoli economici da parte della Grecia ma per nulla del brutale attacco alle libertà e ai diritti dei più deboli da parte dell’Ungheria. È un fatto: per poveri e stranieri tutele e garanzie del diritto sbiadiscono, il carcere è utilizzato contro chi non sa e non può integrarsi, e proliferano nuovi circuiti di reclusione dove rinchiudere immigrati e rifugiati.

Leggi tutto...

Marco Pannella, santo protettore dei detenuti

pannellaMarco Pannella era considerato dai detenuti, dalle loro famiglie una sorta di santo protettore.

La giustizia per cui si è battuto Pannella per tutta la sua vita è una giustizia non inquisitoria, non vendicativa, mite, dolce. Sapeva dialogare con i poliziotti. Non cercava di alimentare conflitti anche quando trascorreva intere nottate in carcere. Ha dedicato la sua vita alle libertà civili e dunque anche ai detenuti imprigionati nelle galere d'Italia. Non aveva timore di essere impopolare.

Leggi tutto...

Sesso in carcere per i detenuti, in arrivo le love rooms

love 1195987 1280Spazi per la cura degli affetti

Gli "spazi per la cura degli affetti" sono introdotti nel ddl di riforma del processo penale in discussione alla Commissione Giustizia del Senato. Secondo il relatore del testo, l'ex pm Felice Casson, l'approvazione arriverà entro l'estate. Sappe contrario. Antigone: "La carcerazione non deve costringere una moglie all'astinenza, né deve diventare un invito al tradimento e all'adulterio".

Leggi tutto...

altro dal carcere...

cure 1291148 1920Morire di carcere

Il sovraffollamento non fa che aumentare, mentre calano le forze di polizia penitenziaria. Una bomba a orologeria, come documentato da 'L'Espresso', sempre sul punto di esplodere
 
Fra i pochissimi censimenti a disposizione – contenuti in uno studio multicentrico sulla salute dei detenuti in Italia dell’Agenzia Regionale della Sanità della Toscana - ci sono quelli del Lazio (3.576 detenuti su un totale di 4.992 assuntori di ansiolitici, antipsicotici, ipnotici-sedativi e antidepressivi), Veneto (1.284 su 1.460), Liguria (1.366 su 1.776), Umbria (659 su 800) e la città di Salerno (52 su 90).
 

Leggi tutto...

carcere e servizi

carcere verde 2016LE SEDUTE CON LO PSICOLOGO? UN MIRAGGIO

Ma come avviene, esattamente, la somministrazione dei farmaci? Formalmente solo sotto consenso di un medico, attraverso un’autorizzazione firmata. Però uno psichiatra fisso nelle carceri non sempre è disponibile. Soprattutto di notte. La copertura medica dello specialista dovrebbe essere garantita per 38 ore a settimana in ogni struttura. Ma dopo una prima visita obbligatoria spesso gli incontri si riducono a colloqui lampo di una manciata di minuti per ogni carcerato.

Leggi tutto...

felicità chimica

carcere psico

FELICITA’ CHIMICA

Nelle infermerie dei penitenziari è facile trovare sedativi perfettamente legali distribuiti su ricetta anche in farmacia. Ai prigionieri vengono somministrati soprattutto nei primi giorni di carcere per far fronte a quegli stati d’animo che, nel linguaggio medico della sanità penitenziaria, vengono definiti “disturbi nevrotici e reazioni di adattamento”. 

Leggi tutto...

logo sito small
Test rapido per rilevare HIV, HCV (epatite C) e Sifilide presso la nostra sede

Tutti i primi giovedì del mese
dalle 17.00 alle 20.30

ico tel
....... 02 89455320 .......

Lunedì 09:30 - 13:00
Martedì 14:00 - 18:00
Mercoledì 09:30 - 13:00
Giovedì 14:00 - 20:30
Venerdì 09:30 - 13:00
Facebook Twitter YouTube

Scrivici

Prima di scriverci ti invitiamo a prendere visione della nostra Informativa sulla privacy.
da 
 
Per favore inserire questo testo nel riquadro sottostante hebwrftd Aiutaci a prevenire lo SPAM!
    

LILA Milano ONLUS - Fondazione di partecipazione
Via Carlo Maderno, 4 - 20136 Milano - C.F. 97076850151
Tel. 02 89400887 / 02 89403050 - Fax: 02 89455196 - Centralino AIDS: 02 89455320
Copyright © 2015. All Rights Reserved.
Informativa su cookies e privacy